Venne brevettato dalla United States Steel Corporation (U.S.S.) nel 1933, ed ormai si è affermato in tutto il mondo, grazie alle sue numerose applicazioni.
L’utilizzo di questo tipo di acciaio si fa preferire per la possibilità di ridurre notevolmente gli spessori, e conseguente maggior leggerezza.
Inoltre la possibilità di avere un’ossidazione naturale, variabile nel tempo, permette di assumere diversità di sfumature che di tonalità. L’utilizzo dell’acciaio corten nel mondo del design sta rivestendo sempre più una maggior importanza. La sua patina d’ossidazione diventa elemento per realizzare oggetti d’arredo, elementi e componenti vari, nonché come rivestimento.
Grazie agli elementi di lega che determinano la formazione di una patina superficiale protettiva permanente e auto-rigenerante, con il tipico colore bruno, l’acciaio corten vanta un’elevata resistenza alla corrosione.
E’ in grado di sopportare gli agenti atmosferici, fino ad 8 volte più resistente rispetto a un normale acciaio strutturale.
Questa sua resistenza permette così di ridurre al minimo i costi di manutenzione.
I componenti realizzati in corten si auto-proteggono dalla corrosione qualora lo strato di vernice presenti graffi e scheggiature.
FONTE testo e foto:
www.pianetadesign.it

Ti piace? Condividilo!